sabato 4 ottobre 2008

Is Mother Earth screwing us with her photos? - La Madre Terra ci sta fottendo con le sue foto?



Does a hamburger from McDonald's really last 12 years?
That is what Karen
Mother Earth Hanrahan, Wellness Educator, Nutrition Consultant and Blog Publisher says in her blog. In a post from September 23rd she announces (while not too subtly promoting her workshop Healthy Choices for Children) that a hamburger bought in 1996 and preserved for 12 years looks the same as one purchased in 2008. The piece of news in itself would be appalling, though not that much surprising for those who have tasted any food product sold by the well known fast food chain. I want to make clear that I do not mean to defend McDonald's, whose outlets I would quite gladly see burnt to the ground both for ideological and gastronomical reasons, but I need to point out that Mother Earth does not provide any scientifically credible proof for her claim. She does not include any detailed description of the protocols applied, humidity conditions, temperature level or of the bacteriological environment in which the experiment has been carried out. Nor the reason for the specific duration of the experiment is explained. She only shows photographs of the1996 hamburger in its current state, compared with a similar contemporary sample.


Dura davvero dodici anni un panino di McDonald?
Lo assicura Karen Mother Earth Hanrahan, Wellness Educator, Nutrition Consultant e Blog Publisher come recita il suo blog. In un post del 23 settembre ci annuncia, promuovendo in modo poco velato il suo workshop Healthy Choices for Children che un hamburger acquistato nel 1996 e conservato per dodici anni avrebbe lo stesso aspetto di uno acquistato nel 2008. La notizia in sé potrebbe anche essere raccapricciante, anche se non del tutto sorprendente per chiunque abbia assaggiato un qualunque prodotto alimentare della nota catena di fast food. Sia chiaro che non intendo affatto difendere McDonald, i cui esercizi commerciali vedrei andare in cenere con grande piacere tanto per motivi ideologici quanto gastronomici, ma devo sottolineare che la nostra Madre Terra non fornisce alcun supporto credibile sotto il profilo scientifico (mancano serie descrizioni sui protocolli applicati, condizioni di umidità, temperatura, ambiente batteriologico in cui si è svolto l’esperimento, motivazioni sulla scelta della durata e così via), ma ci fornisce fotografie che mostrano il panino del 1996 oggi e a confronto con un analogo contemporaneo.

What drew my attention is one of the few provided details: «The paper and bag in the background is circa 2008 - to add decor to the photo. My friend Robyn's idea»… a piece of information that at least raises some suspicion. But I am not focusing on this, as this specific issue will be better addressed by McDonald's law firm. What I would like to discuss is the evidential value of the photographic image. Once again, a thesis that at a first glance does not seem realistic is made credible by means of a photograph that does not really contain any element supporting it. Accepting the photographic proof is just an act of dogmatic belief in what Mother Earth is claiming (that the hamburger in question has actually been bought in 1996). This statement would have been debatable even if the hamburger had been shown in the package in use in 1996, but we lack even this element to help us rationally cling to believing what she is saying is true. Embracing Mother Earth's thesis is therefore a complete leap of faith for which the presence of absence of photographic evidence should be completely irrelevant. Nonetheless we can rest assured that, for many people, seeing that picture is a solid proof of Mrs Hanrahan's statement. Maybe if we included in our primary schools' curricula the study of Joan Fotcuberta's work we would manage to be a little more discerning.



Taxiguerrilla's blog




From above:
«This is a hamburger from McDonalds that I purchased in 1996» reads the caption on Karen Hanrahan's site.

«The burger on the right, off the paper is a 2008 burger. I had to buy it to get the groovy paper and bag» reads the caption on Karen Hanrahan's site.

Karen Hanrahan's experiment has been reported by Taxiguerrilla, who was understandably perplexed and is trying to reproduce the adventure of the hamburger on his desk.




La cosa interessante è una delle poche specifiche fornite «The paper and bag in the backround is circa 2008 - to add decor to the photo. My friend Robyn's idea»… un’informazione che non può non essere almeno sospetta. Ma non è questo il problema. In definitiva questo è al più un problema dell’ufficio legale della McDonald. Quello che mi preme sottolineare è l’utilizzo con valore probatorio dell’immagine fotografica. Ancora una volta si rende credibile una tesi che a prima analisi non sembra realistica per mezzo di una fotografia, all’interno della quale non c’è realmente alcun elemento in grado di suffragare la tesi esposta. Se ci limitiamo alla prova fotografica è solo un atto di dogmatica accettazione di quanto Mother Earth sostiene ritenere vero che il panino incriminato sia realmente stato acquistato nel 1996. Già avremmo potuto discutere della veridicità se fosse stato presentato con la confezione in uso nel 1996, ma non abbiamo nemmeno quell’elemento cui attaccarci per credere razionalmente a quanto affermato. Abbracciare la tesi di Mother Earth appare quindi un atto puramente fideistico in cui la presenza o l’assenza dell’immagine fotografica appare del tutto irrilevante. Eppure si può essere sicuri che per molti vedere quelle fotografie sia stata la prova certa delle affermazioni della signora Hanrahan.
Magari se si inserisse nei programmi della scuola dell’obbligo lo studio dei lavori di Joan Fontcuberta, riusciremmo a essere più avveduti.




La lunga vita del Cheeseburger




Dall'alto:
«This is a hamburger from McDonalds that I purchased in 1996» recita la didascalia sul sito di Karen Hanrahan.

«The burger on the right, off the paper is a 2008 burger. I had to buy it to get the groovy paper and bag» recita la didascalia sul sito di Karen Hanrahan.

L'esperimento di Karen Hanrahan è stato ripreso da Taxiguerrilla, giustamente perplesso che sta cercando di riproporre le avventure del Panino sulla sua scrivania.



AddThis Social Bookmark Button



Puoi contribuire alla diffusione di questo post votandolo su FAI.INFORMAZIONE. Il reale numero di voti ricevuti è visibile solo nella pagina del post (clicca sul titolo o vai sui commenti).

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Posta un commento