domenica 5 dicembre 2010

Pugni nello stomaco


Il  topic dedicato alle immagini di Debora Barnaba sul forume  del Fotoclub Oltre.
(clicca sull'immagine per ingrandire)
Do quasi per scontato che sarò frainteso, ma cosciente dei... rischi che corro, provo lo stesso a gettare un sassolino nelle acque stagnanti.
Qualche giorno fa mi ha contatto il gentiìlissimo Giancarlo Parisi per informarmi di aver contattato Debora Barnaba per inserire alcune sue immagini nella sezione Analizzando i grandi scatti presente all'interno della seszione Cultura fotografica del forum del Fotoclub Oltre. Nel preannunciarmi questo mi inviatava a partecipare alla discussione che si augurava foriera di interessanti riflessioni. Ieri proprio mentre gli stavo rispondendo, Giancarlo mi ha inviato un'e-mail per informarmi che il topic era stato lanciato sul forum.
Stamattina mi sono messo a girellare per il forum nella sezione Cultura fotografica. Questa prima escursione ha dato origini a un paio di considerazioni che vorrei condividere ... provocatoriamente.

Prima riflessione
Lo sforzo dei moderatori nel proporre temi e argomenti di dibattito che insistono nell'area cultura non è gran che supportto da una adeguata o quantomeno proporzionale partecipazione. Nel momento in cui scrivo il topic creato ieri da Giancarlo Parisi è stato visto circa 225 volte, ma gli unici commenti sono venuti da me e da appartenenti allo staff. Per altro si tratta di commenti per modo di dire, dal momento che non abbiamo fatto altro che scambiarci reciproci, quanto scontati, ancorché realmente sinceri, ringraziamenti. 
Possibile che nessuno abbia avuto da dire sulle immagini di Debora Barnaba che solo pochi mesi fa hanno fatto tanto scalpore tra i lettori di questo blog? 
Quello che mi chiedo è: Perché?
La pagina di ingresso alla sezione Cultura fotografi del forum del Fotoclub Oltre.
(clicca sull'immagine per ingrandire)
Azzardo alcune tesi a caso, solo per stimolare ipotesi di discussione:

1 - Alla maggioranza dei partecipanti al forum non gliene frega niente di paralre di fotografia, meglio paralre di tecnica e tecnologia
2 - La maggioranza dei partecipanti al forum non si sente all'altezza di discutere determinati argomenti inerenti la cultura dell'immagine
3 - La maggioranza dei partecipanti al forum ritiene che sia sufficiente alla propria formazione il materiale biografico e iconografico fornito dal moderatore
4 - La maggioranza dei partecipanti al forum ha paura di confrontarsi o forse semplicemente di avere un'idea propria invece di... pensare i pensieri degli altri 

Ovviamente non penso e non mi propongo di essere essaustivo con queste ipotesi, ma le ho buttate lì solo per dare un po' di corpo alla provocazione sperando che questo generi un minimo di discussione... e con la piena consapevolezza che nel frattempo la discussione potrebe essere esplosa in modo clamoroso, o potrebbe farlo nei prossimi giorni.

Seconda riflessione
Come dicevo stavo girellando per il forum e ho letto quei pochi commenti strappati al silenzio accondiscendente. La tendenza è quella di commentare fotografie neutre in modo tendenzialmente acritico. Più di un post invece non ha alcun commento, ma per questo vi rimando alla Prima riflessione.
Quando invece si affrontano argomenti legati al reportage non manca mai un comento del tipo sono un pugno nello stomaco. Sinceramente occupandomi di fotogiornalismo ritengo che i pugni nello stomaco siano ben altri e ben altra cosa. 
I commenti allle immagini di Francesco Zizola sul forum del Fotoclub Oltre.
(clicca sull'immagine per ingrandire)
 Ritengo poi che i commenti di fronte a certi autori potrebbero dirigersi verso l'etica della professione, la capcità di raccontare, di penetrare all'interno delle storie dopo averle sapute trovare. Trovare lo stesso tenore di commento (quello a base di pugni nello stomaco per capirci) riferito ad autori come Francesco Zizola e Franca Schininà è preoccupante perché i punti di contatto e sono scarsissimi. La differenza non è certo e solo nel fatto uno ha... incassato otto premi al World Press Photo e l'altra no. La differenza (link al sito di Francesco Zizola e link al lavoro di Franca Schininà citato nel forum) consiste nel livello di analisi giornalistica a livello di reperimento della notiza e nella capcità di restituire quest'ultima in immagini. Esprirmere commenti analoghi significa su lavori e autori tanto lontani significa in qualche modo metterli arbitrariamente sullo stesso piano, ovvero non rendersi conto dielle differenze che li separano. Tutto questo è gravissimo, non certo per colpa di chi si è fatto portavoce di questi commenti, quanto piuttosto per responsabilità di un sistema educativo che non crea una formazione di base nell'approccio all'immagine. 
I commenti allle immagini di Franca Schininà sul forum del Fotoclub Oltre.
(clicca sull'immagine per ingrandire)
Riagganciandomi alla premessa iniziale concludo specificando che queste riflessioni di una domenica mattina a dir poco uggiosa, non sono certo rivolte stignatizzare un qualche deficit di partecipanti e organizzatori del forum del Fotoclub Oltre, che anzi stanno facendo un lodevolissimo tentativo di stimolare la riflessione sulla fotografia. Il forum e i post in questione li ho citati solo a titolo di esempio, sottolineando per altro il... peggio., nella non proprio velata speranza che qualche lettore di FOTOGRAFIA: PARLIAMONE! decida di iscriversi forum del Fotoclub Oltre per dare il suo contributo. 
Il reale mio obiettivo era ed è, come sempre, quel sistema educativo che non crea una capacità di base nella lettura delle immagini.



AddThis Social Bookmark Button
Posta un commento